Saldo e stralcio: revocata asta sette giorni prima della vendita

revocata asta sette giorni prima
Pubblicato da: Avv. Daniele Giordano

Con provvedimento del 29 aprile 2022 il Giudice dell’Esecuzione dott. Sandulli Lorenzo, magistrato presso il Tribunale di Cassino, ha revocato l’asta prevista per il giorno 5 maggio 2022 e ha sospeso la procedura esecutiva immobiliare fino al 30 ottobre 2022 ai sensi dell’art. 624 bis c.p.c. così permettendo al debitore esecutato, difeso da astafox.com, di avere maggior tempo per la soluzione del debito (per scaricare il provvedimento clicca qui)

Il provvedimento del G.E. appare di rilevante portata per due ragioni:

L’Agenzia delle Entrate non conta ai fini della sospensione concordata ex art. 624 bis c.p.c.

In primo luogo il giudice dell’Esecuzione, accodandosi a parte della giurisprudenza di merito, ritiene la presenza dell’intervento dell’Agenzia delle Entrate- Riscossione non preclusiva alla sospensione, ex art. 624 bis c.p.c., della procedura esecutiva immobiliare.

Alcuni giudici, al contrario, ritengono che l’Agenzia delle Entrate, quando interviene nella procedura esecutiva immobiliare, deve acconsentire, quale creditore titolato, alla richiesta di sospensione.

Secondo il provvedimento citato, invece, essendo il credito dell’ADER inferiore all’importo di euro 120.000,00 ex art. 76 bis, DPR 602/1973, la medesima, malgrado dotata di titolo esecutivo (le somme iscritte a ruolo), non è in grado di dare impulso alla procedura e pertanto non deve acconsentire alla sospensione concordata.

(Per approfondire l’argomento e, in particolare, il rapporto tra le operazioni di saldo e stralcio e l’intervento di un creditore certamente “anomalo” quale è l’Agenzia delle Entrate Riscossione leggi “Saldo e stralcio e agenzia delle entrate: un matrimonio possibile“).

Rinviata asta ai sensi dell’art. 624 bis c.p.c. entro i 20 giorni dall’asta!

Ulteriore particolarità del provvedimento del giudice dell’esecuzione consiste nel fatto di aver revocato l’esperimento di vendita del 5 maggio 2022 ai sensi dell’art. 624 bis c.p.c. malgrado la richiesta fosse, secondo molti parte della giurisprudenza, tutt’altro che tempestiva, essendo stata depositata entro i 20 giorni dall’asta.

A tal proposito si ricorda che l’art. 624 bis dispone che “Il giudice dell’esecuzione, su istanza di tutti i creditori muniti di titolo esecutivo, può, sentito il debitore, sospendere il processo fino a ventiquattro mesi. L’istanza può essere proposta fino a venti giorni prima della scadenza del termine per il deposito delle offerte di acquisto o, nel caso in cui la vendita senza incanto non abbia luogo, fino a quindici giorni prima dell’incanto”

Pertanto, nel caso di vendita senza incanto, le parti possono, secondo l’art. 624 bis c.p.c., fino a 20 giorni prima della scadenza del termine per il deposito delle offerte, presentare domanda di sospensione. Qualora l’istanza di sospensione dovesse essere depositata oltre questo termine la stessa risulterebbe, secondo molte corti territoriali, irricevibile e non tempestiva (chi scrive ritiene che, successivamente a tale termine, sia proponibile solo, ai sensi dell’art. 161 bis disp.att.c.p.c., un’ istanza per il rinvio dell’asta, per approfondimenti leggi “Si può rinviare l’asta già fissata?”).

Non secondo il provvedimento oggi commentato per il quale, invece, la domanda di sospensione, pervenuta sette giorni prima dell’asta e sei giorni prima del termine di presentazione delle offerte, risulta tempestiva.

Avv. Daniele Giordano

Vuoi approfondire il tema del Saldo&Stralcio?

Saldo e stralcio: come fare un’ offerta efficace?

Saldo e stralcio: come avviene la rinuncia al pignoramento immobiliare?

L’operazione Saldo&Stralcio è bene sia seguita da un professionista del settore, se vuoi saperne di più qui parliamo di “Saldo e stralcio: attenzione alle truffe!”

Per una buona operazione di acquisto in pre-asta è fondamentale avere le giuste informazioni: nell’articolo Saldo e stralcio: come scoprire quanti creditori ci sono ti spiego come verificare quanti creditori sono intervenuti nell’esecuzione immobiliare: è molto importante! Del resto, più creditori ci sono più accordi dovrai concludere.

Uno dei metodi tramite i quali avviene l’acquisto in pre-asta è quello della vendita contestuale. Con la vendita contestuale il creditore, il debitore e il terzo acquirente, insieme al suo notaio, si incontrano davanti al giudice per completare la compravendita immobiliare ed ottenere in quella sede il provvedimento che dichiara estinto il pignoramento immobiliare. Per maggiori informazioni leggi “Vendita contestuale e saldo e stralcio

Hai mai sentito parlare di acquisto-pre asta? E’ un modo eccezionale per fare affari all’asta senza mai arrivarci! Per maggiori informazioni leggi “Come acquistare in pre-asta e perché dovresti farlo con un esperto

Se vuoi saperne di più sul perché l’acquisto all’asta è l’acquisto più sicuro leggi anche l’articolo “Acquistare all’asta è sicuro”. Per comprendere meglio il motivo per il quale acquistare all’asta è conveniente leggi “acquistare all’asta è conveniente”. Per scoprire come funziona un’ asta giudiziaria leggi anche l’articolo “Come funziona un asta giudiziaria 

Oggi comprare al libero mercato (fuori asta) è folle.
Non solo per le decine di migliaia di euro che rendono l’affare all’asta molto più conveniente ma anche per gli innumerevoli rischi cui ti esponi nel comprare una casa da un altro privato.
Nel tempo, occupandomi esclusivamente di diritto immobiliare, mi sono imbattuto in moltissime persone che hanno speso soldi, energie e tempo a rincorrere costruttori inefficienti e inaffidabili, agenzie poco serie e venditori di fumo. Spesso sento storie di persone che hanno pagato sostanziose caparre per costruire immobili che non hanno mai ricevuto o di persone obbligate a pagare provvigioni agli agenti immobiliari per affari che non sono stati conclusi.
Ogni giorno mi trovo ad ascoltare storie di venditori privati che guadagnano tempo, che prendono accordi sottobanco con 2, 3 o addirittura 4 acquirenti contemporaneamente e che si danno malati un giorno prima del rogito.
E’ bene che tu sappia che la legge tutela estremamente di più l’aggiudicatario di una casa all’asta che un normale acquirente privato.
Oggi voglio spiegarti le 10 ragioni tecniche per cui trovo impensabile acquistare una casa che non sia una casa all’asta.
E te le voglio spiegare bene perché, indipendentemente dal nostro percorso insieme, tu sappia VERAMENTE quali vantaggi la legge ti riconosce quando decidi di acquistare un immobile all’asta.

Se desideri essere contattato telefonicamente per comprendere come poter fare i tuoi primi passi nel mondo delle aste giudiziarie, capire più a fondo il loro funzionamento, o anche comprendere se l’affare che vuoi concludere è un affare che effettivamente potrà produrre i risultati sperati contattaci, ti risponderemo al più presto.

    Condividi:

    Grazie ad Astafox il  primo studio legale che si occupa esclusivamente di aste giudiziarie, abbiamo già aiutato oltre 200  persone ad acquistare all’asta senza muovere un dito!

    Con Astafox

    • Ti seguiamo in ogni fase dell’acquisizione;
    • Scoviamo, per te, i principali cavilli burocratici;
    • Risolviamo i problemi nascosti;
    • Presentiamo l’offerta di acquisto e partecipiamo alla successiva gara
    • Liberiamo, rapidamente, l’immobile occupato successivamente all’aggiudicazione 
    man in black crew neck t-shirt

    Evita di finire nel girone infernale degli acquirenti inesperti (o seguiti male)!


    Con Astafox

    • Eviti di inciampare in complesse pratiche burocratiche
    • Eviti di compilare moduli e moduletti trovati su internet senza sapere a quale risultato porteranno;
    • Eviti di dover “pregare” il custode giudiziario per avere ciò che ti spetta di diritto
    • Eviti di doverti imbizzarire in attesa del decreto di trasferimento
    • Eviti di dover “stra-pagare” un’agenzia immobiliare per non fare praticamente nulla
    Stai cercando
    Avvocati con esperienza?
    Siamo specializzati nelle aste giudiziarie