Aste telematiche: la Pec a chi deve essere intestata?

aste telematiche a chi deve essere intestata la pec
Pubblicato da: Avv. Daniele Giordano

Oggi ci chiediamo, nelle famose aste telematiche, a chi deve essere intestata la Pec per l’invio dell’offerta telematica?

La pec insieme alla firma digitale è un requisito essenziale per la partecipazione all’asta.

Prima di approfondire il quesito ecco la risposta:

La pec, nelle aste telematiche, deve essere intestata all’offerente o al presentatore.

Noi riteniamo preferibile che la pec sia intestata all’offerente, sia esso l’offerente stesso o l’avvocato tramite procura speciale notarile.

Vediamo nel dettaglio cosa succede

Aste telematiche: a cosa serve la pec?

Partiamo dal presupposto che in tutte le aste telematiche occorre avere una posta elettronica certificata.

Ora devi sapere che non tutte le aste telematiche sono uguali.

Esistono delle aste telematiche asincrone (che prevedono rilanci in 3 o 7 giorni), sincrone (che prevedono rilanci nella stessa giornata dell’apertura delle buste) o addirittura aste miste che sono una cosa simile alle sincrone ma la partecipazione viene consentita anche tramite busta chiusa.

Anche se non tutte le aste telematiche sono uguali, generalmente la presentazione dell’offerta deve avvenire, ai sensi dell’articolo 591 bis c.p.c. sempre in modalità telematica (salvo che il giudice non abbia disposto altrimenti), da qui la necessità di avere una pec.

Aste telematiche: a chi deve essere intestata la pec?

La pec per l’asta telematica deve essere intestata o all’offerente (colui che offre) o al presentatore ossia colui che presenta l’offerta.

La questione detta semplicemente è questa.

Quando prepari un’offerta telematica di solito sei tu a prepararla e tu ad inviarla e pertanto ricopri entrambi i ruoli.

Tuttavia il sistema e la legge consentono anche ad un terzo di presentare la tua offerta.

In particolare l’articolo 571 c.p.c. all’ultimo comma dispone:

“L’offerta deve essere depositata in busta chiusa all’esterno della quale sono annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’esecuzione o del professionista delegato ai sensi dell’articolo 591-bis e la data dell’udienza fissata per l’esame delle offerte. Se è stabilito che la cauzione è da versare mediante assegno circolare, lo stesso deve essere inserito nella busta. Le buste sono aperte all’udienza fissata per l’esame delle offerte alla presenza degli offerenti.”

Pertanto la legge ammette che sia un terzo a depositare materialmente l’offerta per te tramite la sua pec.

Aste telematiche: a chi deve essere intestata la pec?

Premesso che normativamente non vedremmo ostacoli all’utilizzo della pec di un terzo riteniamo comunque preferibile che la pec sia quella dell’offerente.

Questo perché è proprio all’indirizzo pec indicato che arriveranno le credenziali per l’accesso al sistema dove verrà celebrata l’eventuale gara e saranno consentiti i rilanci.

Inoltre la pec indicata verrà utilizzata come domicilio digitale dell’aggiudicatario e pertanto li verranno fatte le relative comunicazioni da parte degli organi della procedura.

Invitiamo comunque i nostri lettori a prestare particolare attenzione alle aste telematiche per evitare esclusioni, spesso illegittime, o ammissioni non confermate.

Avv. Daniele Giordano

Se vuoi sapere cosa succede dopo la presentazione dell’offerta telematica puoi leggere l’articolo sulla vendita “asincrona telematica” dove ti spieghiamo che la vendita telematica può a sua volta essere celebrata in modalità “asincrona” o in modalità “sincrona” e le relative differenze.

Nelle aste telematiche dovrai allegare all’offerta anche la dichiarazione di presa visione della perizia di stima. Per sapere come compilarla leggi “dichiarazione di presa visione della perizia di stima + modello“.

Vuoi sapere come pagare il bollo telematicamente? Scoprilo nell’articolo “Pagamento bollo asta telematica: come fare?

Se vuoi, invece, approfondire il discorso relativo alla procura speciale notarile ti invio a leggere l’articolo “Procura speciale notarile: cosa è e quando serve” nonché l’articolo “Partecipare all’asta tramite avvocato”.

Hai firmato correttamente il tuo pacchetto offerta ma qualcosa è andato storto? Sei stato escluso dalla partecipazione all’asta? Secondo noi l’esclusione automatica ad opera del Server è illegittima ne abbiamo parlato nell’articolo “Illegittima l’esclusione automatica ad opera del Server” in cui abbiamo affrontato anche i diversi “rimedi” per farvi fronte.

Vuoi leggere una mini guida per principianti? abbiamo cercato di sintetizzare nell’articolo Comprare casa all’asta: guida per principianti con esempi pratici” le risposte alle più frequenti domande sulle aste giudiziarie.

Se vuoi conoscere – in maniera approfondita – i rischi di acquistare all’asta e i metodi tramite cui evitarli, sin da subito, ti invito a leggere il nostro articolo in cui elenchiamo i principali pericoli dell’acquisto all’asta e ti spieghiamo perché, con una buona preparazione, non c’è nulla di cui preoccuparsi.

Abbiamo cercato di spiegare, in maniera chiara, come avviene la gara tra gli offerenti nell’articolo “Gara tra gli offerenti: come avviene la competizione nelle aste giudiziarie” in cui troverai esempi pratici per farti un’ idea su un aspetto fondamentale delle aste immobiliari.

Se vuoi saperne di più sul perché l’acquisto all’asta è l’acquisto più sicuro leggi anche l’articolo “Acquistare all’asta è sicuro”. Per comprendere meglio il motivo per il quale acquistare all’asta è conveniente leggi “acquistare all’asta è conveniente”. Per scoprire come funziona un’ asta giudiziaria leggi anche l’articolo “Come funziona un asta giudiziaria 

Molte persone ci chiedono Posso sapere quante persone partecipano ad un’ asta??? clicca sul link per scoprirlo!

Se sei interessato a comprare case all’asta a Milano puoi leggere “Come comprare casa all’asta a Milano?”

Vuoi partecipare ad un’asta telematica ma non sai dove arrivano le credenziali d’asta? leggi l’articolo “credenziali di accesso all’asta“.

Se desideri essere contattato telefonicamente per comprendere come poter fare i tuoi primi passi nel mondo delle aste giudiziarie, capire più a fondo il loro funzionamento, o anche comprendere se l’affare che vuoi concludere è un affare che effettivamente potrà produrre i risultati sperati contattaci, ti risponderemo al più presto.

    Condividi:

    Grazie ad Astafox il  primo studio legale che si occupa esclusivamente di aste giudiziarie, abbiamo già aiutato oltre 200  persone ad acquistare all’asta senza muovere un dito!

    Con Astafox

    • Ti seguiamo in ogni fase dell’acquisizione;
    • Scoviamo, per te, i principali cavilli burocratici;
    • Risolviamo i problemi nascosti;
    • Presentiamo l’offerta di acquisto e partecipiamo alla successiva gara
    • Liberiamo, rapidamente, l’immobile occupato successivamente all’aggiudicazione 
    man in black crew neck t-shirt

    Evita di finire nel girone infernale degli acquirenti inesperti (o seguiti male)!


    Con Astafox

    • Eviti di inciampare in complesse pratiche burocratiche
    • Eviti di compilare moduli e moduletti trovati su internet senza sapere a quale risultato porteranno;
    • Eviti di dover “pregare” il custode giudiziario per avere ciò che ti spetta di diritto
    • Eviti di doverti imbizzarire in attesa del decreto di trasferimento
    • Eviti di dover “stra-pagare” un’agenzia immobiliare per non fare praticamente nulla
    Stai cercando
    Avvocati con esperienza?
    Siamo specializzati nelle aste giudiziarie

    Cerchi una Guida completa sulle Aste Immobiliari

    “I Segreti delle aste Immobiliari” è una guida semplice, facile e comprensibile per chi vuole acquistare all’asta, evitando brutte sorprese

    *Ebook in promozione a 9,99 anzicché 16,99 fino al
     31 luglio 2024!!!